Visualizza la navigazione
ITA | ENG

SESTETTO STRADIVARI

domenica 15 aprile, ore 18.00
Teatro Cucinelli

La formazione del sestetto d’archi (due violini, due viole, due violoncelli; ovvero tre coppie di strumenti uguali, ma anche un doppio trio di strumenti diversi) fu nella tormentata carriera di Brahms un ottimo viatico nell’affrontare un catalogo cameristico (e sinfonico) su cui pesavano gli exempla dei grandi del passato, in primis del venerato Beethoven. Nei due Sestetti, composti tra il 1859 e il 1865, Brahms trova la sua prima, autonoma, occasione cameristica, inaugurando il suo percorso di rilettura della tradizione classica.

PROGRAMMA

J. Brahms (1833 -1897)
Sestetto op 18 n.1
Allegro ma non troppo,
Andante, ma moderato,
Scherzo: Allegro molto- Trio Animato
Rondo: Poco Allegretto e grazioso

 

 

J. Brahms
Sestetto op 36 n.2
Allegro non troppo
Scherzo – Allegro non troppo – Presto giocoso
Poco adagio
Poco allegro

 

SESTETTO STRADIVARI dell’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA

David Romano, Marlène Prodigo – violini

Raffaele Mallozzi, David Bursack – viole

Diego Romano, Sara Gentile – violoncelli

Altri Spettacoli della categoria: Musica

Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi del teatro Cucinelli